Istituto Comprensivo Statale "Padre Pino Puglisi" Palermo
Le parole e i fatti «E' importante parlare di mafia, soprattutto nelle scuole, per combattere contro la mentalità mafiosa, che è poi qualunque ideologia disposta a svendere la dignità dell'uomo per i soldi. Non ci si fermi però ai cortei, alle denunce, alle proteste. Tutte queste iniziative hanno valore, ma, se ci si ferma a questo livello, sono soltanto parole. E le parole devono essere confermate dai fatti».
Beato Giuseppe Puglisi
Istituto Comprensivo Padre Pino Puglisi
Home H | Accessibilità sito web W | Padre Pino Puglisi Q |

Convegno "Non c’era neanche la scuola media" - La responsabilità educativa nel cambiamento d'epoca

I Direttori degli Uffici per la Pastorale della Scuola rendono omaggio a Padre Puglisi

data articolo 10/04/2019 autore Paolo Monella   Indietro
foto articolo
Foto:
L'annuale Convegno Nazionale dei Direttori Diocesani e Regionali degli Uffici per la Pastorale della Scuola si è tenuto quest'anno a Palermo. La mattinata conclusiva dell'evento, mercoledì 10 aprile 2019, ha avuto luogo presso il nostro Istituto, in omaggio a Padre Pino Puglisi.

Il tema al centro del Convegno del 2019 è "Non c’era neanche la scuola media" - La responsabilità educativa nel cambiamento d'epoca. Il riferimento è a quando nel quartiere di Brancaccio, appunto, non c'era neanche una scuola media come presidio dello Stato, della legalità, della cultura, della speranza di cambiamento sul territorio.

Come ricordiamo, all'impegno per la creazione di una scuola media (il nostro Istituto) a Brancaccio ha partecipato lo stesso Padre Puglisi, insieme al Comitato Intercondominiale di Brancaccio. Una lettera-petizione in tal senso è attualmente esposta nella Presidenza del nostro Istituto.

Nella mattina del 10 aprile, si è tenuta presso la nostra sede centrale, in via Panzera 28, una celebrazione Eucaristica e una tavola rotonda sul tema Educare al futuro.

Vedi anche:

Padre PuglisiPadre Puglisi  Convegno Convegno  Brancaccio Brancaccio

Visite: 119

Inserisci commentoINSERISCI UN COMMENTO